Movement Culture è il programma culturale di Movement, nato nel 2008 con l’ambizione di contribuire alla rivalutazione di spazi pubblici destinati alla cultura, attraverso happening musicali finanziati esclusivamente con risorse private.

Negli anni hanno ospitato Movement Culture location di prestigio della Città di Torino quali: il Conservatorio Giuseppe Verdi, che ha messo in scena le performance degli Aufgang (2011), dei Brand Brauer Frick (2012), di Bugge Wesseltof & Henrik Schwarz (2013), Juan Atkins & Moritz Von Oswald (2014) e Elektro Guzzi (2015), il Museo Regionale di Scienze Naturali, il Museo dell’Automobile, i Lumiq Studios, il Circolo dei Lettori, il Museo del Risparmio, il Temporary Museum del BasicVillage.

Grazie alla collaborazione con il corso di Laurea in Ingegneria del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione del Politecnico di Torino viene sviluppato un vero e proprio seminario rivolto agli studenti di una delle più prestigiose istituzioni accademiche italiane. Si tratta di un’occasione unica per condividere con i ragazzi l’esperienza professionale di organizzatori ed artisti di Movement. Giunto alla sesta edizione, il workshop al Politecnico è ormai parte integrante del programma del Festival nel mese di ottobre.

Tra gli argomenti trattati:
Communication Development – il percorso di comunicazione ed organizzativo di Movement dalla prima edizione ad oggi;
Remix Culture – non sono solo i prodotti dei vari media ad essere rielaborati, ma le stesse tecniche produttive e i metodi di lavoro, le modalità di rappresentazione ed espressione;
Social Media Marketing – case history di un progetto di user experience.